Persone e distanze 

La ragazza che pedala

“Si sta facendo sempre più tardi
 e direi che ti aspetto, anche se non si aspetta chi non può tornare.
 Tu non sapevi come cominciare.
 A volte ci si sente a disagio, specie se sappiamo già come andrà a finire
e noi sapevamo entrambi come sarebbe andata a finire.Non
 importa, fa lo stesso: in fondo anche tu amavi le fessure fra le cose,
 ma poi hai scelto il pieno, e forse hai fatto bene, perchè è una forma
 di salvezza, o comunque di accettazione di ciò che tutti siamo.

Io ci sono senza che tu abbia bisogno di essere con me.

Le persone sono lontane quando ci stanno accanto, 
figurarsi quando sono lontane davvero.

Antonio Tabucchi

View original post

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...