Nero Mercoledì

cuoreruotante

Il cielo era cupo, i nuvoloni all’orizzonte non lasciavano presagire nulla di buono, la tempesta sarebbe arrivata di lì a poco con grandine tuoni fulmini e saette (e neanche un colpo di fulmine… cazzo scrivi??? Scusa Mercoledì). Forse sarebbe caduto anche un asteroide. Per Mercoledì quella era una bellissima giornata, era felice. Dentro. Sperava anche in una rinascita dei morti viventi, la speranza è nera infondo.

Aprì l’armadio e, un po’ contrariata, prese il vestitino nero con il colletto bianco. Ne aveva, in tutto, una cinquantina, in cotone, lana, microfibra, paillettes, no, niente paillettes. Tutto ad un tratto si infastidì, possibile che nessun stilista riuscisse a creare un nero più nero di quelli che già aveva? Scese a fare colazione, doppio caffè nero senza zucchero, prese la cartella nera, fece un cenno ai i suoi strambi famigliari, tolse innocentemente   la sedia al fratello nell’ attimo in cui si stava per…

View original post 301 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...