Rabbia mal riposta

cuoreruotante

L’appuntamento era stato fissato alle 10 al parco comunale. Toccava a Marco quel giorno portare il pallone. Lo cercò dappertutto, sotto il letto, negli armadi, in garage, finché si accorse che ci stava giocando il suo fratellino più piccolo e Marco non ebbe il coraggio di portarglielo via. Si recò così al parco a mani vuote.

Quando Filippo lo vide senza il pallone incomincio ad inveire contro di lui “Abbiamo perso tre partite di fila, non stiamo giocando bene. A saperlo stavo a casa a studiare visto che ho tre debiti da recuperare. Dovevo anche portare la bicicletta dal meccanico, ho bucato il copertone te lo ricordi??? E tu vieni qui senza pallone, sei proprio deficiente.”

Marco cercò invano di trovare un’alternativa, anche se non riusciva a capire il perché di tanta rabbia nei suoi confronti. Lui che a scuola lo aveva sempre aiutato, lui che nelle partite segnava sempre…

View original post 228 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...